Sei un nuovo utente ?

ANCE LAZIO

Lazio: approvata dal Consiglio Regionale la nuova legge per la rigenerazione urbana
13 Luglio 2017 
Ora è la rigenerazione urbana a Roma e nel Lazio diventa possibile, grazie alle nuove norme contenute nella legge approvata oggi dal Consiglio regionale.
 
Per Stefano Petrucci, presidente di Ance Lazio “siamo di fronte a una buona legge, soprattutto in quanto consente ai Comuni di operare in piena autonomia e in maniera più efficiente. Spetterà ora agli enti locali dimostrare la loro capacità e volontà di avviare processi e programmi di riqualificazione e di rigenerazione. Il superamento della logica derogatoria del Piano Casa viene superata con una legge a regime che ne recepisce alcuni importanti elementi positivi in grado di creare le condizioni per nuovi investimenti e una ripresa del mercato privato delle costruzioni.”
 
Petrucci sottolinea in particolare il fatto che “con la nuova legge i Comuni potranno decidere in totale autonomia, nel rispetto del quadro legislativo e normativo nazionale e regionale. Viene infatti restituita agli enti locali, in maniera innovativa e semplificata, la potestà di pianificare, gestire e controllare i progetti e le opere di trasformazione e di rigenerazione nel proprio ambito territoriale. Il Comune, inoltre, potrà decidere attraverso una delibera del Consiglio senza dover ricorrere a una approvazione da parte della Regione. Questa piena potestà decisionale costituisce per le imprese un indubbio passo avanti, evitando passaggi burocratici e consentendo un’accelerazione dei tempi amministrativi che si riflette in maniera positiva sul mercato.“
 
Egualmente importante dal punto di vista delle imprese di costruzioni è per il Presidente dell’Ance “la possibilità di attivare operazioni di riqualificazione o di demolizione e ricostruzione utilizzando il semplice permesso di costruire, con un premio di cubatura del 20%. Un provvedimento che rende più facili le iniziative attivando nuove opportunità e ricreando alcune condizioni di base per una ripartenza di parte del mercato residenziale a Roma e nella regione.”
 
 
11 luglio 2017